Mercato del lavoro in Lombardia, nel 2015 inversione di tendenza

Quello lombardo è un mercato del lavoro che ha subito gli effetti della lunga crisi ma che, nonostante ciò, mostra una notevole resilienza e vitalità. La IX edizione dello studio ‘Il Mercato del Lavoro in Lombardia’ di Confindustria Lombardia evidenzia, per il 2015, un contesto che ha ritrovato dinamismo nei flussi in entrata, con il calo dopo 7 anni del tasso di disoccupazione (7,9%), un saldo occupazionale positivo rispetto al 2014 (+128mila unità) e il crollo del ricorso alla CIG. Leggi »

Non c'è ripresa senza piccola impresa

Il rapporto dell’Ufficio studi di Confartigianato (11° Rapporto Annuale) descrive un’Italia che continua a cercare la strada per risollevarsi dalla crisi, attraversata dalle spinte riformiste impresse dal Governo ma ancora frenata da vecchie inefficienze e resistenze al cambiamento. Leggi »

Può il welfare costituire un motore per l’economia?

“Può il welfare costituire un motore per l’economia?”: per rispondere a questo interrogativo e stimolare il dibattito Assoprevidenza e Itinerari Previdenziali, in collaborazione con Percorsi di Secondo Welfare, e con il sostegno di AON e DLA Piper, hanno realizzato un Quaderno di approfondimento che riprende e sviluppa i contenuti del workshop “Il Welfare come motore dell’economia: domiciliarità e servizi alla persona”, che si è tenuto il 12 maggio 2016 a Napoli, in occasione della Giornata Nazionale della Previdenza e del Lavoro. Leggi »

Le pensioni e il patto generazionale da rinsaldare: la sfida al mercato del lavoro

Dopo gli interventi strutturali degli anni passati, la necessità di rinsaldare il patto tra generazioni è una delle sfide che oggi il nostro sistema pensionistico e, più in generale, il Paese sono chiamati ad affrontare. Un sistema a ripartizione come il nostro si basa, infatti, su due condizioni: che ogni generazione consenta a quella prima di percepire la pensione (che è finanziata dai contributi dei lavoratori attuali) e, al tempo stesso, sulla garanzia che i lavoratori attuali possano in futuro contare sui trattamenti pensionistici maturati e, a loro volta, finanziati con i contributi degli attivi. Leggi »

Rapporto sul Bilancio del Sistema Previdenziale Italiano

È stato presentato ieri alla Camera dei Deputati presso la Sala della Regina, il terzo Rapporto sul Bilancio del sistema previdenziale italiano: andamenti finanziari e demografici delle pensioni e dell’assistenza. L’elaborazione dei dati e la redazione del Rapporto è stata curata dal Centro Studi e Ricerche di Itinerari Previdenziali con la supervisione del Comitato Tecnico Scientifico. Il Rapporto, come tradizione, è stato presentato al Governo e al Parlamento; sono intervenuti il Vice Presidente della Camera dei Deputati, On. Simone Baldelli, il Presidente della Commissione Lavoro della
Camera dei Deputati, On. Cesare Damiano, il Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Sen. Massimo Cassano, e il Vice Ministro dell’Economia e Finanze, On. Enrico Zanetti. Leggi »

Pagamenti delle Pubbliche amministrazioni: Trentino, Umbria e Veneto le regioni virtuose

A quanto rilevato a novembre (dato relativo a fatture emesse fino al 31/10/2015) dati a novembre 2015 sui pagamenti delle Pubbliche amministrazioni relative agli ambiti delle Amministrazioni periferiche dello Stato, Enti del Servizio Sanitario Nazionale, Enti Locali e Regioni e Province autonome, il tempo medio di pagamento della PA per le imprese trentine è 62 giorni, per quelle umbre 71 e venete 81 giorni. Leggi »

Nasce il GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale ): Prime idee di sviluppo per il Corridoio Reno-Alpino

Il 9 novembre 2015 a Gelderland nei Paesi Bassi si è tenuta la prima riunione dell’Assemblea a sei mesi dalla fondazione del GECT: gli "Ambasciatori del Corridoio" Reno-Alpino si sono incontrati per discutere il piano di lavoro del GECT e le prime idee progettuali concrete per i prossimi anni al fine di avvicinare i punti di vista dei territori e della popolazione con la politica europea su TEN-T. Leggi »

Favorevoli le previsioni imprese in Piemonte per il 4° trimestre 2015

Nell’ambito della collaudata collaborazione tra Confindustria Piemonte, Unioncamere Piemonte, Intesa Sanpaolo e UniCredit per il monitoraggio della congiuntura economica piemontese, Confindustria Piemonte presenta i dati dell’indagine relativa al quarto trimestre 2015.
L’indagine conferma i segnali positivi emersi nelle due rilevazioni precedenti. Il clima di fiducia rimane favorevole. Gli indicatori anticipatori ritrovano anzi vigore dopo l’assestamento di giugno, mentre quelli a consuntivo restano allineati ai valori dello scorso trimestre, in netto progresso rispetto alla negatività degli anni di crisi. Leggi »

Mappa dell'attrattività fiscale in Italia

Secondo l’indagine di Confartigianato sul peso della fiscalità locale per una micro impresa-tipo (soggetta ad IRPEF composta da 2 lavoratori indipendenti e 3 lavoratori dipendenti a tempo indeterminato che ha in proprietà un immobile produttivo), il Veneto è 5° nella speciale classifica nazionale delle regioni per “attrattività fiscale” basata sui 5 tributi locali principali (addizionali Irpef, Irap, Imu, Tasi). Leggi »

Accordo di collaborazione tra Lugano e il Consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale della Provincia di Jianxi

La Città di Lugano ha siglato al Padiglione cinese di EXPO Milano 2015, un accordo quadro di collaborazione con il Consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale della Provincia di Jianxi. Con questo accordo si pongono delle solide basi per lo sviluppo delle relazioni bilaterali tra le due parti, in particolare nel settore commerciale, degli investimenti e finanziario. Leggi »

Pavia 2020 un progetto di sviluppo innovativo per settori come scienze della vita e manifatturiero avanzato

«Ben vengano progettualità come “Pavia 2020”, che puntano a settori innovativi come scienze della vita e manifatturiero avanzato per lo sviluppo del territorio e sposano appieno le azioni messe in campo da Regione Lombardia a sostegno di chi vuole fare impresa, ricerca e innovazione. Penso ad esempio, tra gli ultimi provvedimenti, il “Piano Innovalombardia” che prevede un miliardo di investimenti in R&I e il progetto di legge “Manifattura4.0” a supporto del lavoro artigiano. Il nostro obiettivo è sostenere progetti che intendono coinvolgere le realtà presenti sul territorio, perché crediamo che solo così si possa massimizzare e valorizzare quanto di buono già esiste e creare nuove opportunità di sviluppo». Leggi »

A Pavia il progetto Più Valore

«Più valore è un progetto di rilancio per tutto il territorio. Più valore perché la sigla PV è la stessa della nostra provincia». Nell’insediamento del suo secondo mandato, Alberto Cazzani, confermato presidente di Confindustria Pavia, per il biennio 2015-2017, ha annunciato l’avvio del progetto “Più Valore”, con cui gli industriali intendono cogliere le opportunità di intervenire nel rilancio economico e culturale di Pavia, della Lomellina e dell’Oltrepò. «Siamo chiamati a compiere uno sforzo corale per costruire una nuova Confindustria Pavia, capace di incidere sistematicamente nella rinascita del nostro territorio». Leggi »

i-Start 2015 per l'innovazione delle imprese umbre

i-Start è il “Programma di animazione per lo sviluppo di progetti aziendali di innovazione nelle PMI umbre annualità 2015” finanziato dalla Regione Umbria, che prevede un contributo pubblico per progetti di innovazione realizzati da cluster di imprese PMI e imprese artigiane. Leggi »

Per CNA l'Umbria è una regione resistente e in ripresa

Mettere sotto la lente il sistema Umbria e le sue performance negli anni della crisi per capire da dove ricominciare per agganciare la ripresa. A partire dal ruolo giocato dalla piccola e media impresa.
Nasce da questa esigenza la ricerca che Cna Umbria, in collaborazione con il centro studi “Sintesi”, ha condotto sulle caratteristiche del sistema regionale e sulle sue reazioni alla recessione. Leggi »

Staminali: il cordone che salva la vita

In questa società fatta di slogan e sensazionalismi ci circonda tanta confusione, tanta comunicazione sbagliata. Ci sono termini come staminali che vengono banalizzati, capovolti, svuotati, e da opportunità per la vita diventano accezioni negative, senza che ciò abbia un senso, una giustificazione.
Facciamo chiarezza, una volta per tutte. E non solo per il gusto della verità, ma anche perchè "capire" finalmente cosa sono le staminali può contribuire al benessere futuro dei nostri figli Leggi »